Ognuno ha un luogo dove è solo

aeo

Ognuno ha un luogo dove è solo,
là le foglie risalgono all’albero,
e la morte ripercorre le linee della linfa –
ognuno ha lo spazio del silenzio piantato
nelle grida e negli echi – oscurità dell’intimo sentire –
là appoggiato al grande fusto, trova
cedimento al disordine –
Ognuno
ha un luogo dove il corpo non ha mani
né ha piedi, neanche gambe,
neppure braccia, solo orecchie
e occhi straordinariamente grandi,
là vi sta infine solo,
instabile, dissennato e rosso.
E pure impreca il fratello dio,
che gli siede vivo accanto.
© Amor et Omnia
Annunci

4 pensieri su “Ognuno ha un luogo dove è solo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...